Eventi

Presentazione CineClub74

Il Club '74 dell'Organizzazione sociopsichiatrica cantonale di Mendrisio presenta:

 

CineClub74

 

Una mini rassegna di tre film ticinesi:

 

Fuori mira di Erik Bernasconi

Tutti giù di Niccolò Castelli

La Palmira. Complotto nel Mendrisiotto di Alberto Meroni

 

Tre film preziosi per noi del Club '74 perché trattano tematiche a noi particolarmente care.

In Fuori mira Erik Bernasconi affronta con coraggio e originalità la paura del diverso.

Niccolò Castelli in Tutti giù invece intreccia tre vicende che parlano della forza di ripartire di fronte a un ostacolo.

La mini rassegna si chiuderà con l'allegria della commedia grazie al secondo episodio della Palmira, diretto da Alberto Meroni.

E cosa c'è di meglio di un po' di risate in salsa momò?

 

Alla proiezione di ogni film seguirà un incontro con gli autori e i protagonisti delle pellicole.

Si potrà parlare con loro di cinema svizzero e di come l'arte sia strettamente legata alla socialità.

E delle motivazioni che li hanno portati a confrontarsi proprio con questi temi.

Modererà le serate Adriano Schrade.

 

L'appuntamento è al Teatro Centro Sociale di Casvegno-Mendrisio.

Entrata libera.

 

 

Programma

 

Giovedì 10 marzo, ore 20.30

Fuori mira, di Erik Bernasconi (2014)

Con Jean-Christophe Folly, Martina De Santis e Alessio Boni

 

Il sole si alza su un calmo quartiere residenziale. Tre colpi di pistola scuotono la quiete degli abitanti.

Chi ha sparato? E perché è stato colpito proprio un africano?
La ricerca del colpevole rivela poco a poco le zone d’ombra di una comunità in cui l’integrazione sembrava funzionare perfettamente. L’incomprensione diventa xenofobia e rigetto, l’indifferenza odio e violenza. Vengono a galla i tratti più oscuri di ciascuno. Rotto l’equilibrio, riuscirà questa comunità a reggere fino al tramonto?

FUORI MIRA è la storia di un quartiere che si disgrega, di un mosaico composto da tessere in un equilibrio apparentemente perfetto, che si sgretola al primo avvenimento eccezionale, rivelando così la sua fragilità.

L’impianto della narrazione è thriller, ma in realtà si tratta di un pretesto per scandagliare l’animo umano in modo disincantato. La paura di perdere quel che abbiamo, ma soprattutto il nostro comportamento di fronte al timore del diverso è affrontato con un tono leggero, da commedia, anche se gli avvenimenti assumono una dimensione drammatica.

FUORI MIRA affronta la difficoltà del convivere a vari livelli: nella coppia, nella famiglia e nella comunità di un piccolo quartiere che si presta ad essere specchio di tutta la società come la conosciamo.

 

 

Giovedì 14 aprile, ore 20.30

"Tutti giù" di Niccolò Castelli (2012)

Con Yanick Cohades, Nicola Perot e Lara Gut

 

Chi pratica lo sport a livello agonistico, chi ne ha fatto uno stile di vita, chi ci arriva quasi per caso. Chi in mezzo alla folla cerca la forza per conquistarsi attimi di contatto profondo con se stesso e con la natura; chi per le strade si sente a casa e nel caos cerca la famiglia; chi invece trova la pace nel vuoto.

Tre giovani “diversi”, speciali, accomunati dalla necessità di doversi confrontare con un mondo “adulto”. Tre giovani che la vita mette alla prova ponendo loro una grande sfida: prendere coscienza di se stessi mantenendo acceso quel fuoco sacro che li fa sentire vivi. Una sfida difficile, che ognuno di essi affronta nella sua solitudine.

Vivere, diventare grandi, cercando di non smettere di sognare un futuro tutto loro. Perché il desiderio più forte è vivere la propria passione, vivere per ciò che fa battere il cuore, vivere se stessi in un mondo “non ordinario”. Un film per raccontare un momento della vita in cui ci si sente soli con se stessi, con davanti a sé un grande, splendido e spaventoso vuoto.

Una solitaria scelta di percorso fra sogni e paure, successi e sconfitte.

 

 

 

Giovedì 28 aprile, ore 20.30

"La Palmira. Complotto nel Mendrisiotto" di Alberto Meroni (2015)

Con Rodolfo Bernasconi, Germano Porta e Valerio Sulmoni

 

Nel Mendrisiotto è tempo di elezioni. È sempre stata Palmira a decidere chi doveva essere eletto sindaco.

Quest’anno fa eleggere Peter, suo nipote, che non ha nessuna competenza se non per il gioco delle bocce. Nonostante la sua incompetenza viene eletto quasi all’umanità ma il giorno seguente l’investitura viene arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Toccherà a Palmira, Miglieta e Geni a risolvere il caso.

logo

Club ‘74 - c/0 Organizzazione sociopsichaitrica cantonale (OSC), Via Ag. Maspoli, Stabile Valletta, 6850 Mendrisio

Non dimenticare gli ultimi aggiornamenti! Seguici sui nostri canali.